Logo_LAMP_02
Lampada ai miei passi è la tua parola

 

Questo sito web utilizza i cookies
Utilizziamo i cookie per assicurarci di darti la migliore esperienza sul nostro sito web. Se continui ad utilizzare il sito, assumiamo che tu accetti di ricevere i cookie da questo sito web

Martedì 20 Ottobre 2020

home OK Rosario
OK
Misteri gaudiosi
( lunedi, sabato )  
 

Santo Rosario. Misteri gaudiosi

 
O Dio vieni a salvarmi,  
Signore vieni presto in mio aiuto  
 
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.  
 
Padre Nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen  
 
Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del seno tuo, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen  
 
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.  
OK

L'Annunciazione dell'Angelo a Maria Vergine

Primo mistero gaudioso

L'Annunciazione dell'Angelo a Maria Vergine

 
Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando nella casa di Maria, l'angelo Gabriele disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo disse: «Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirati un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù». Allora Maria disse: «Eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». (Lc 1, 26-38).  
Padre nostro...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Gloria...

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia

OK
OK

La Visita di Maria Santissima a Santa Elisabetta

Secondo mistero gaudioso

La Visita di Maria Santissima a Santa Elisabetta

 
In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto». Allora Maria disse: «L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente e Santo è il suo nome; di generazione in generazione la sua misericordia per quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia, come aveva detto ai nostri padri, per Abramo e la sua discendenza, per sempre». Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua. (Lc 1, 39-56)  
Padre nostro...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Gloria...

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia

OK
OK

La Nascita di Gesù nella grotta di Betlemme

Terzo mistero gaudioso

La Nascita di Gesù nella grotta di Betlemme

 
In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirino. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta. Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo. (Lc 2,1-7)  
Padre nostro...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Gloria...

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia

OK
OK

Gesù viene presentato al Tempio da Maria e Giuseppe

Quarto mistero gaudioso

Gesù viene presentato al Tempio da Maria e Giuseppe

 
Quando furono passati gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall'angelo prima di essere concepito nel grembo della madre. Quando venne il tempo della loro purificazione secondo la Legge di Mosè, portarono il bambino a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella Legge del Signore: Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore; e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o di giovani colombi, come prescrive la Legge del Signore. (Lc 2, 21-24)  
Padre nostro...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Gloria...

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia

OK
OK

Il Ritrovamento di Gesù nel Tempio fra i dottori

Quinto mistero gaudioso

Il Ritrovamento di Gesù nel Tempio fra i dottori

 
I suoi genitori si recavano tutti gli anni a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono di nuovo secondo l'usanza; ma trascorsi i giorni della festa, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero... Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai dottori, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l'udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte. (Lc 2, 41-47)  
Padre nostro...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Ave Maria...
Gloria...

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia

OK
Salve, o Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva: a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.  
 
 
[ opzionale : Litanie Lauretane ]  
 
Prega per noi, santa Madre di Dio,  
affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.  
 
Preghiamo.  
O Dio, il tuo unico Figlio ci ha acquistato con la sua vita, morte e risurrezione i beni della salvezza eterna: concedi a noi che, venerando questi misteri del santo Rosario della Vergine Maria, imitiamo ciò che contengono e otteniamo ciò che promettono. Per Cristo nostro Signore.  
Amen.  
 
1980-01-01
Copyright © 2018 Lampadaaimieipassi.it
mf4web_logow