Logo_LAMP_02
Lampada ai miei passi è la tua parola

 

Questo sito web utilizza i cookies
Utilizziamo i cookie per assicurarci di darti la migliore esperienza sul nostro sito web. Se continui ad utilizzare il sito, assumiamo che tu accetti di ricevere i cookie da questo sito web

Sabato 12 Giugno 2021

home OK Articoli
OK
O Maria, d'omelia se' fontana
Canto tratto dal Laudario di Cortona (XIII sec.)  
 
OK

Laudario di Cortona

Maria, d'omelia se' fontana

 
Maria, d'omelia se' fontana:  
fiore grana, de me aia pietanza.  
 
Gran rein'a chi inchina ciascun regno,  
si m'affina la curina quando segno  
i'o non degno! 'Nocore tegno  
tuo figura chiar 'e pura,  
ch'ogne malm'e'n oblianza  
 
Ros’aulente, splendiente, fà venire  
me fallente, tuo servente, obedire,  
cum zechire, reverire;  
te laudando, honorando,  
agia de te consolanza!  
 
Chiara spera, gram lumera, dà conforto  
k’io non pèra stando nera nel mal porto;  
ben è morto chi nonn-è acorto  
de servire: mai saglire  
non porrà in alegranza!  
 
Rocca forte senza porte, dan’ socorso,  
ché la sorte de la morte vien de corso.  
Io sum smorso s’alchun sorso  
di savore dal tu’amore  
non me viem, mie dolza amanza!  
 
Gran rugiata candidata, pur’e necta,  
anti nata per beata da Di’electa,  
tu m’aspecta ch’io remetta,  
ch’io sum ciso mal assiso,  
ch’io non vada ‘n perdanza.  
 
Dolz’aurora fresch ‘et sora, riserena  
la memoria ke m’acor’ e mal me mena;  
la catena m’enterrena  
d’esto mondo: s’i’ ‘lsecundo,  
merzé, damme sprezanza. Amen.  

Spartito di "O Maria, d'omelia se' fontana", da musica-sacra-antica.org
Fonte Musica Sacra Antica  
OK
Vai all'indice dei canti del Laudario di Cortona  
OK

 
2021-04-10
Copyright © 2018 Lampadaaimieipassi.it
mf4web_logow